Etichette alimentari

Etichette alimentari

La nuova legge sulle etichette alimentari

Le etichette alimentari son definita come “l’insieme delle menzioni, delle indicazioni e dei marchi di fabbrica o di commercio, delle immagini o dei simboli che si riferiscono ad un prodotto alimentare e che figura direttamente sull’imballaggio o sulla confezione”.

Il requisito principale delle etichette alimentari è quello di informare il consumatore sulle caratteristiche del prodotto, al fine di orientarne al meglio la scelta.

Regolamento

Compie un anno la nuova legge europea (1169/2011) entrata in vigore il 13 Dicembre 2014, che ha visto un cambiamento importante sui requisiti delle etichette presenti in commercio. L’obiettivo del rinnovo è quello di indicare i principi nutritivi contenuti nell’alimento e di migliorarne la leggibilità.

Ecco tutte le novità

  1. TABELLA NUTRIZIONALE DA FACOLTATIVA PASSA AD OBBLIGATORIA: gli alimenti confezionati devono avere una tabella nutrizionale con sette elementi (valore energetico, grassi, acidi grassi saturi, carboidrati, proteine, zuccheri e sale) riferiti a 100 g o 100 ml di prodotto, che potrà essere affiancata dai dati riferiti ad una singola porzione.
  2. DIMENSIONE DEI CARATTERI: viene definita per la prima volta anche la dimensione dei caratteri delle etichette, che devono essere di almeno 1,2 mm (0,9 mm per le confezioni più piccole). Permettendo così una più facile lettura degli ingredienti.
  3. DATA DI SCADENZA: la data di scadenza deve essere riportata su ogni singola porzione preconfezionata e non più solo sulla confezione esterna. La carne, le preparazioni a base di carne e i prodotti ittici surgelati, devono indicare il giorno, il mese e l’anno della surgelazione o del congelamento.
  4. ALLERGENI: le sostanze allergizzanti o che procurano intolleranze (come i cereali contenenti glutine, sedano, crostacei, anidride solforosa, arachidi, frutta a guscio, latticini contenenti lattosio) devono essere chiaramente indicati nella lista degli ingredienti e sottolineati mediante grassetto, un colore ben visibile e distintivo o sottolineatura.

TUTTE LE ETICHETTE ALIMENTARI DOVRANNO RIPORTARE:
Denominazione dell’alimento, elenco degli ingredienti e relativa quantità, quantità netta dell’alimento, scadenza e termini di conservazione, nome o ragione sociale dell’operatore che commercializza il bene, paese d’origine, istruzioni per l’uso e volume alcolometrico solo nel caso di prodotti contenenti più dell’1,2% di alcool .

Inserito anche il DIVIETO ALLE INDICAZIONI FUORVIANTI SULLE CONFEZIONI: aspetto, descrizione e presentazione grafica dovranno essere più comprensibili per non confondere il consumatore.